SIGLATO IL PATTO FORMATIVO TRA BCS E ITIS ALESSANDRINI

Definito un percorso di collaborazione virtuosa di alternanza scuola-lavoro

product image
product image

Ormai da molti anni è attivo un canale di intensa collaborazione tra BCS e l'ITIS “E. Alessandrini” di Abbiategrasso, che ha preceduto, in anticipo sui tempi, l'introduzione a livello istituzionale del modello di alternanza scuola-lavoro.

Tale rapporto tra le due realtà si è rafforzato nel tempo attraverso momenti importanti - tra i quali stage, condivisione di progetti, visite all'azienda - che hanno consentito di avvicinare in modo concreto mondo della scuola e mondo del lavoro, facendo comprendere le reciproche interconnessioni e consentendo di apprezzare le potenzialità insite in questo incontro.

Per consolidare questa collaborazione e darle una forma sistematica e riproducibile nel tempo, è stato definito un percorso formativo che intende valorizzare le esperienze già avviate negli scorsi anni dall'IIS Alessandrini con BCS, in un'ottica “in progress”, finalizzata ad accrescere ulteriormente l'efficacia della progettazione formativa nella sua dimensione industriale.

Firmatari del patto, che lo hanno fortemente voluto, sono l’ing. Fabrizio Castoldi, Presidente del Gruppo BCS, e la nuova Dirigente scolastica Dott.ssa Aurora Gnech, alla presenza del Sindaco di Abbiategrasso Cesare Nai.

II modello didattico dell'alternanza scuola-lavoro, come molti ormai sanno, permette di guidare gli alunni a sviluppare competenze operative e abilità trasversali, indispensabili per l'inserimento nel mondo del lavoro e per esercitare una cittadinanza attiva e responsabile. La valenza formativa delle attività proposte risiede nella contestualizzazione dei percorsi di apprendimento, facilitati dalla vicinanza territoriale, in un'ottica sinergica di scambio tra scuola e mondo del lavoro. Il percorso che si intende attivare ha la valenza di un vero e proprio “patto” e risponde pienamente sia alle finalità previste dai Regolamenti degli Istituti tecnici (DPR 88/20019), che si caratterizzano per una solida base culturale nell'ambito scientifico e tecnologico, in linea con le indicazioni dell'Unione europea, sia alla mission dell'Istituto “Portare il mondo nella scuola e la scuola nel mondo”.

Il patto di collaborazione ha come referenti i docenti della scuola responsabili dell’alternanza scuola-lavoro ed è rivolto agli studenti del triennio dei tre indirizzi di specializzazione: Meccanica Meccatronica, Elettronica, Elettrotecnica. Essi saranno guidati a coniugare in modo efficace le conoscenze teoriche apprese con l'applicazione pratica mediante la realizzazione di progetti specifici, in termini reali, sul modello di quanto si è realizzato, ad esempio, nel biennio 2015/16 con il progetto “Aspiragiuggiole”, che ha visto coinvolti i ragazzi dell’istituto, guidati da un tecnico di BCS e i docenti di specializzazione, alla realizzazione di un prototipo di macchinario agricolo destinato al mercato cinese e che ora verrà prodotto dalla azienda.